♥♥♥ Benvenute a tutte voi che siete arrivate qui, nella mia casetta virtuale. Se vi farà piacere, potrete condividere con me le cose che amo di più creare con le mie mani, dal crochet, al cucito, al ricamo, nonchè delle ricettine da sperimentare per voi e per chi amate ♥♥♥

venerdì 2 dicembre 2016

♦ Tortino di patate e radicchio ♦



Ed eccoci arrivati all'ultimo mese dell'anno, dicembre, il mese che porta in se la festa più bella dell'anno, il Natale ♥.

Si decorano le nostre case, si pensa ai doni da fare alle persone a noi care, e si corre, corre..... e si deve pensare a preparare il pranzo, o la cena, e il tempo è sempre tiranno.


Che ne dite di provare questa mia ricetta, che consiste in un piatto unico e che si può preparare in anticipo? Viaaaaaa che vi spiego come si fa:


Ingredienti:

5 belle grosse patate
2 cespi di radicchio tardivo
1 cipollotto
formaggio pecorino semi stagionato (o asiago, montasio, provola)
parmigiano grattugiato
 pane grattugiato
sale e pepe q.b.
olio d'oliva extravargine


Procedimento:

Lavate e bollite le patate con la buccia. Quando risulteranno cotte, fatele raffreddare SENZA SBUCCIARLE.

In un tegame inaderente versate un filo d'olio extravergine d'oliva e unite il cipollotto tagliato finemente insieme al radicchio tardivo, precedentemente lavato e tagliato a pezzetti.

Salate e pepate, e fate cuocere a fuoco basso, per circa 15 minuti.

Prendete una teglia, ungetela e cospargetela di pane grattuggiato.

Sbucciate le patate e tagliatele a fette di uno spessore di circa mezzo centrimetro, e unite il radicchio spadellato.

Tagliate a lamelle il pecorino (o il formaggio che vi piace di più) e disponetele sopra allo strato di patate e radicchio, cospargete di parmigiano grattugiato.

Fate un secondo strato uguale, e concludete con un cucchiaio di pane grattugiato.

Questo servirà a formare una bella crosticina durante la cottura.

Infornate a forno già caldo a 200° per 15 minuti.

Potete prepararlo in anticipo e scaldarlo appena prima di portarlo in tavola.

E' un ottimo piatto unico e se preparato in stampi mono porzione, può essere un'idea come antipasto per le feste.



♥ ♥ ♥ ♥ ♥

Lasciamoci catturare dalla bellezza di questo periodo, lasciamoci andare come si fosse ancora bambini.

Proviamo a dipingere i nostri giorni con i colori della speranza, dell'armonia, della serenità.

Non dimentichiamoci di chi non potrà godere del Natale nella loro casa, come coloro che hanno perduto tutto nel terremoto.

E se potete, donate loro qualcosa per rendere meno doloroso questo momento. Ovunque sta continuando la raccolta d'aiuto per queste popolazioni.

Sarà il dono più bello che farete.

Buon week end.

♥ zia Polly ♥


lunedì 28 novembre 2016

Natale nelle sfumature del grigio e bianco




Ispirandomi a vetrine con decorazioni di vari colori per l'albero di Natale, ho creato queste due palle da appendere.



Ho scelto la tonalità del grigio e bianco, un'abbinamento di colori che trovo elegante, oserei dire discreto. Ho acquistato del tubolare e realizzato queste due decorazioni natalizie. Su una ho applicato un alberello bianco in legno.....







.....mentre nell'altra ho messo delle perle bianche.









Su entrambe ho cucito un piccolo volant in tessuto fresco lana, di una tonalità di grigio più scura, e subito sopra, un piccolo pizzetto bianco, a richiamare il colore dell'alberello e delle perle.

Cosa ne pensate di questo abbinamento?

Se interessate, contattatemi alla mia mail.

♥ ♥ ♥ ♥ ♥

Oramai quasi tutte stiamo preparando la nostra casa per accogliere la magia del Natale.

Io la mia casa l'ho già vestita a festa, manca solo l'albero che faremo sabato prossimo.

E voi, avete già fatto tutto?

Buona settimana a voi.

♥ zia Polly ♥


venerdì 25 novembre 2016

♥ La schiacciata fiorentina, dolce tipico toscano ♥



Forse non tutti sanno che il mio consorte è di origine Toscana. Tutti i sui parenti, e anche amici fraterni, risiedono lì, lui è l'unico a vivere in Veneto.

Tante sono le ricette che ho imparato dalle sue zie, cugine, amiche e mamme di amiche, tutte ricette che faccio spesso a casa. E, una volta l'anno, organizzo una cena toscana per dei nostri carissimi amici. L'ultima l'ho fatta proprio sabato scorso (chi mi segue in Facebook avrà visto le foto).

E a conclusione del pasto come dolce o preparo i cantucci, o la schiacciata fiorentina.

E proprio quest'ultima sarà la ricetta di oggi.





Ingredienti:

2 uova intere
8 cucchiai di zucchero
12 cucchiai di farina 
4 cucchiai di olio di semi di mais
7 cucchiai di latte
la buccia ed il succo di un'arancia non trattata (biologica)
1 bustina di lievito per dolci


Procedimento:

In una ciotola rompere le uova e montarle con lo zucchero. Aggiungere la farina, il latte, l'olio, la bustina di lievito e mescolare facendo attenzione a non formare grumi.

Grattugiate la buccia dell'arancio e spremetene il succo.



Unite sia la buccia che il succo all'impasto e rimescolate.

Ungete ed infarinate una teglia rettangolare. Infornare a forno già caldo a 180° per 45 minuti.

Fate sempre la prova dello stecchino.

A piacere potete tagliarla a metà, e farcirla o con crema pasticcera, o crema chantilly (crema pasticcera alla quale si aggiunge qualche cucchiaio di panna fresca montata).

Se deciderete di farcirla, tenete in frigorifero fino al momento di servire

E' un dolce semplice, buonissimo, delizioso servito a fine pasto per il suo delicato sapore d'arancio, che ben si sposa con le creme che la farciano.

Potrebbe essere un'idea per i pranzi delle feste Natalizie, sono certa che i vostri ospiti ne saranno entusiasti ^_^!


♥ ♥ ♥ ♥ ♥

Volevo ringraziare TUTTE coloro che mi hanno lasciato un commento al mio post precedente, e a chi ha voluto mandarmi una mail privatamente.

Voglio precisare che la mia scelta di non pubblicare più delle mie crezioni, riguarderà solo alcuni miei progetti, che saranno altresì a disposizione di coloro che saranno interessate. 

Sarà mia cura, magari al termine dei post, darvi delle indicazioni su cosa sto lavorando.

Sarà sufficiente scrivermi una mail e chiedermi quali siano le mie ultime idee creative.

Questo metodo mi è stato suggerito proprio da una amica blogger, che si è trovata nella mia stessa situazione e che ora segue questo sistema, ottenendo buoni risultati.

Sono desolata di questa spiacevole situazione, davvero molto desolata, ma la cosa è piuttosto sgradevole, considerando anche che, alcuni dei miei progetti, tra cui un cuscino porta fedi totalmente studiato e ideato da me, ora vengono venduti come "invenzione" di altra/e persona/e. 

♥ ♥ ♥ ♥ ♥

Abbraccio con sincero affetto tutte coloro che visiteranno il mio blog, e auguro un sereno w.e. 

Vi lascio con questo messaggio preso dal web.

Impariamo tutte/i ad essere più corretti, buoni, senza aspettare Natale.

Il Natale deve essere ogni giorno, per stare bene con se stessi e con gli altri.





♥ zia Polly ♥


lunedì 21 novembre 2016

♥ Un dono per l'arrivo di Ettore - Una mia riflessione sulla pubblicazione delle mie creazioni nel blog ♥



E' arrivato Ettore, un bimbo che ha fortemente voluto vedere il mondo, lottando con tutte le sue forze, e quelle del fratellino gemello che, purtroppo, non ce l'ha fatta.

Ettore è un frugoletto ancora piccino, nato prematuro, ora già a casa circondato dalle mille e più coccole dei genitori e nonni materni e paterni.








E per questo coraggioso e fortissimo "omino" un dono composto da un cestino dove contenere il ciuccio, il barattolo di borotalco e altri piccoli oggetti utili a lui e alla mamma.













All'interno un bavaglino dello stesso tessuto, con un bottoncino a forma di piccolo cuore, con asolina fatta a mano.











Un sacchettino con tre gessetti dipinti a mano, delicatamente profumati, pronti per regalare la loro essenza agli abitini di questo bimbo.









Ho scelto un tessuto con dei cavallini a dondolo perchè il nonno paterno è un appassionato di cavalli. 

Ettore ha dimostrato al mondo che, se anche piccolissimi, si può avere una grinta enorme, facendo ricredere anche chi non avrebbe pensato fosse possibile. 

Grande Ettore, sono certa che saprai giorno dopo giorno, dimostrare al mondo quanto sei tenace e combattivo, facendo onore anche al nome che porti!!! 


♥ ♥ ♥ ♥ ♥

Ed ora voglio fare una riflessione per quanto riguarderanno i miei lavori che posterò qui, nel blog.

Avevo già notato da tempo, anche su segnalazione di amiche blogger di vecchia data, che alcune mie idee, erano apparse in altri blog (alcuni dei quali a me sconosciuti), spacciandoli come "propri progetti".

Ora è normale che navigando nel web, in Pinterest, si vedano cose da cui prendere ispirazione, un suggerimento, capita anche a me. Poi però, deve arrivare l'abilità di una creativa nel trasformare un'idea con quello che è il proprio stile, la propria fantasia.

Quando ciò non accade, e può assolutamente succedere, sarebbe corretto indicare da chi si è presa l'ispirazione.

Questo non sminuirebbe la propria immagine, a mio parere, anzi! Vi sarebbe bensì la dimostrazione palese della propria onestà.

Purtroppo però, ciò almeno per ora non avviene, e ho quindi preso una decisione.

Non pubblicherò più in nel mio blog tutte le mie creazioni, ma solo alcune. Tutte le altre saranno su Facebook.

Sono davvero spiacente di questo, perchè penso che condividere i propri lavori, le proprie passioni, sia una reciproca ricchezza, ma quando viene a mancare il rispetto, allora la cosa cambia.

Ho capito anche perchè molte blogger hanno parzialmente, se non del tutto, abbandonato la blog sfera, passando solo a Facebook, con profilo privato e dove l'amicizia deve essere chiesta. Una sorta di garanzia nel scegliere a chi mostrare ciò che fanno.

Ammetto che la cosa non mi piace, ma non posso dare torto a chi ha fatto questa scelta.

Voglio augurarmi che la cosa non sia per sempre, ma solo momentanea. 

♥ zia Polly ♥



venerdì 18 novembre 2016

♥ Un liquore semplice, che sa di un tempo passato - La mia ricetta del "Vov" fatto in casa ♥


Penso che ognuna di voi abbia dei ricordi di sapori e profumi d'infanzia, che siano di dolci, ragù che sobbolle, di arrosti, e anche di liquori.

Alzi la mano chi non ha il ricordo di una bottiglietta conservata nella credenza della nonna, zia, che puntualmente tirava fuori per le feste, per un ospite, oppure per il dottore che veniva per visitare un familiare.

E tra i liquori che sanno di un tempo passato c'è il "Vov", un liquore semplice, dal gusto che avvolge il palato, di origine Venete quale è la mia terra, e più precisamente di Padova.

Pensate che veniva dato anche ai bambini per "tirarli su" dopo essere stati poco bene, perchè dovevano tornare in forza. Oggi sarebbe impensabile, ma una volta era così.

Ma passiamo alla mia ricetta di questo "nettare":


Ingredienti: 

4 tuorli d'uovo
350 gr. di zucchero
4 dl. di latte fresco intero
1 dl. di marsala secco
1 dl. di grappa bianca
1 bustina di vanillina



Procedimento: 


Mettete sul fuoco a fiamma bassa il latte con metà dose dello zucchero e la bustina di vanillina. Appena accenna al bollore, spegnete il fuoco e lasciate da parte finchè si raffreddi. 

In una ciotola sbattere i tuorli d'uovo con il rimanente zucchero. Unite il latte che si è raffreddato, il marsala e la grappa bianca.

Passare al setaccio e versare nelle bottiglie, precedentemente bel lavate e sterilizzate.

Tenetelo in un luogo fresco, io per esempio, lo conservo in frigorifero. Potete servirlo dopo 1 settimana.

§ § § § § 

Ricordatevi sempre di agitarlo bene prima di offrirlo.

Questo liquorino è una delizia accompagnato a dei biscottini, magari inzuppati appena per mescolare i sapori.

Anche questo potrebbe essere un pensierino per Natale, giusto ;)?

§ § § § § 

In questi giorni che mi vedono vicino a persone che sono in sofferenza di varia natura, cerco di instillare loro qualcosa che ho fortemente voluto e radicato in me, e maturato dopo vari percorsi di vita non semplici. 

Ciò che ho imparato e cerco di infondere è questo: 

"Cercate di coltivare sempre pensieri positivi, nonostante tutto, nonostante le cime che appaiono inscalabili. Se si pensa negativo, il negativo si prenderà voi, e non avrete la capacità di vedere che una via d'uscita c'è sempre. Anche davanti a dolori immensi. 

Il fiore della bellezza della vita lo si coglierà anche in un terreno apparentemente sterile, senza un filo di gioia.

Perchè tutti hanno il diritto-dovere di essere felici, anche se travolti da eventi enormi.

La via c'è, basta guardare con gli occhi pieni di fiducia, dopo aver asciugato le lacrime.

Abbiate forza, sempre!"

E questo è il mio saluto a voi per questo w.e.

♥ zia Polly ♥






 -

lunedì 14 novembre 2016

♥ Restyling di una vecchia seggiolina con coniglietto "Tilda" ♥


Una seggiolina di legno intarsiata, di provenienza sarda, che oramai aveva i segni del tempo su di se, ed era stata messa in un angolino.








E vederla così proprio non mi andava. Allora l'ho presa, guardata, studiata. Dopo aver sistemato le parti usurate dal tempo, l'ho riverniciata dapprima di azzurro, e poi di bianco, in modo che si vedesse appena il colore sottostante.















Ma non ero ancora soddisfatta. Così ho cucito un mini cuscino in lino, fondo color grezzo con piccoli cuoricini di un azzurro polvere, ed un coniglietto "Tilda" nelle stesse tonalità.












Ed ecco alcuni dettagli di questa piccola seggiola, dove si può vedere appena l'azzurro riaffiorare, soprattutto sulla seduta di paglia.

Sono soddisfatta del risultato finale, ed ora coniglietto e sediolina si trovano in una delle stanze della mia casa. Una stanza che ho letteralmente rivoluzionato, mettendo mobili antichi ereditati da parte della mia famiglia e da quella di mio marito. Ed altri che magari non sono preziosi, ma che hanno il loro perchè, trovando la loro collocazione e utilizzo per le mie passioni. 

Work in progress...


♥ Settimana piena di creatività ed ogni bene ad ognuno di voi ♥

♥ zia Polly ♥ 









venerdì 11 novembre 2016

♥ Strudel con crema di zucca, ricotta e funghi ♥




Con la zucca si possono fare moltissime ricette, sia salate che dolci. Io preparo diverse cose con questo ortaggio, dal pane, al risotto, alle torte salate. Quest'oggi vi insegnerò la ricetta di uno strudel salato, che vede l'abbinamento della zucca con i funghi, altro prodotto autunnale.

Ingredienti:

250 gr. di polpa di zucca
150 gr. di funghi champignon
1 cucchiaio di ricotta 
olio extravergine d'oliva
sale e pepe q.b.
un pò di latte per spennellare 


Procedimento:

Pulite la zucca e tagliate la polpa a cubetti. Portate ad ebollizione dell'acqua e gettate la zucca. Con l'aiuto di una forchetta, tastatene la morbidezza. Deve risultare morbida, non troppo molle. Scolatela bene, ponetela dentro una ciotola e, sempre con l'aiuto della forchetta, schiacciatela fino ad ottenere una purea. Unite il cucchiaio di ricotta e aggiustate di sale e pepe. Tenete da parte.


Pulite i funghi, tagliateli a fettine e fateli rosolare su un tegame con un filo d'olio extravergine d'oliva. Salate e pepate e fate cuocere per circa 15 minuti, rigirando di tanto in tanto. 

Prendete un foglio di carta da forno, infarinatelo leggermente, e tirate la sfoglia con il mattarello.


Stendetevi sopra la crema ottenuta con la zucca e poi unite i funghi. Arrotolate la sfoglia su se stessa, ottenendone la forma di uno strudel.

Spennellate con del latte.

Infornate a forno già caldo a 200° per 15 minuti.


Può essere servito come antipasto, oppure anche come secondo, magari accompagnato a del formaggio o a della verdura cotta.

Ottimo appena sfornato, ma garantisco che anche freddo si fa mangiare ^_^!

Potete usare anche i funghi in vasetto, avendo l'accortezza di scolarli bene dall'olio di conservazione.

Al posto della ricotta potete aggiungere della scamorza, del parmigiano grattugiato, del montasio, asiago.

Il sapore ovviamente cambierà, ma il risultato sarà sempre buonissimo!

♥ ♥ ♥ ♥ ♥



Che sia per tutti voi un w.e. bello come questo splendido tappeto di foglie dai colori dell'autunno, che ho fotografato nel giardino di una mia carissima amica.

Sono rimasta un pò ad osservarlo, incantata dai suoi colori. attingendone energia.

La natura è mervigliosa, e ci regala sempre emozioni.

Impariamo da essa a cogliere sempre il bello della vita.

Queste foglie sono cadute, hanno finito il loro ciclo di vita. Eppure, ci salutano con colori intensi, una sorta di trionfo di energia a dispetto della fine del loro ciclo di vita.

Lo trovo un messaggio più che positivo e di speranza. Un messaggio che rigiro  a voi che passerete di qui.

♥ zia Polly ♥