♥♥♥ Benvenute a tutte voi che siete arrivate qui, nella mia casetta virtuale. Se vi farà piacere, potrete condividere con me le cose che amo di più creare con le mie mani, dal crochet, al cucito, al ricamo, nonchè delle ricettine da sperimentare per voi e per chi amate ♥♥♥

sabato 15 aprile 2017

♥ Dolcetti per la tavola di Pasqua ♥




 Eccomi qui, con un giorno di ritardo a postare la mia consueta ricetta settimanale.

Ieri è stata una giornata molto particolare per me. Al di là degli impegni che mi hanno assorbita fino a tarda sera, ho appreso una notizia che mi ha impedito di fare quello che avevo in programma, come questo post.  Proprio non ce l'ho fatta.

Domani sarà Pasqua e immagino che molte di voi, come me, siano alle prese per l'organizzazione del pranzo.

Come dolcetto per questa festa, ho preparato questa sorta di mini tortine, veramente semplici da fare e che potrebbero essere anche un'idea come segnaposti.


Ingredienti:

180 gr. di farina "O"
60 gr. di zucchero
40 gr. di burro a temperatura ambiente
50 ml. di latte
1 uovo intero
mezza buccia grattugiata di limone non trattato
mezza bustina di lievito per dolci
una manciata di gocce di cioccolato
granella di zucchero 
qualche mandorla per la decorazione



Procedimento:

Lavorate il burro ammorbidito con lo zucchero, unite l'uovo intero, la farina e il lievito.

Mescolate facendo attenzione che non si formino dei grumi.  Aggiungete il latte e la scorza grattugiata del limone.

Ora dividete in due l'impasto: una parte la lascerete così e all'altra aggiungete le gocce di cioccolato.

Versate questi due composti in dei pirottini di carta. Riempiteli solo a metà, perchè con la cottura lieviteranno e potrebbe uscire il composto dagli stampini.

Mettete su ognuno della granella di zucchero ed una mandorla.

Infornate a forno già caldo a 180° e cuocete per circa 15 minuti. Fate sempre la prova dello stecchino.



Potete prepararli tranquillamente in anticipo, sarà sufficiente che li copriate con della pellicola in modo che rimangano soffici.

Il blog si prende una pausa. Tornerò con nuove idee e ricette appena riuscirò a tirare il fiato dai mille e più impegni che mi assillano.

♥ ♥ ♥ ♥ ♥



Pasqua è la festa che ricorda la resurrezione di Cristo, il quale ha promesso che così sarà per noi.....

Il mio pensiero va ad un mio ex collega, Michele, che sta vivendo ore di angoscia e dolore. Che possa trovare, piano piano nel tempo, la pace e la speranza che nulla è finito. 


Buona Pasqua a voi, alle vostre famiglie ed, in particolare, a tutti coloro che trascorreranno questa festività con un peso nel cuore. 

♥ zia Polly ♥



lunedì 10 aprile 2017

Lo fai anche a me il tuo centrotavola zia Polly?




Buon lunedì belle gioie! Qualche tempo fa, nel venire a ritirare delle creazioni che avevo fatto per una cliente, la stessa notò sul tavolo della mia cucina un centrotavola che mi ero fatta, che riprendeva i colori dell'arredo che feci quando cambiai i mobili della stessa.

Mi chiese se poteva guardarlo e se ne innamorò. E scattò la domanda "Puoi farne uno pari pari anche per la mia taverna che è arredata con il tessuto vichy bianco-verde come la tua cucina?" 

Lì per lì non ricordavo se ancora avevo la stoffa che avevo usato, soprattutto la fantasia a fiori e quella del sotto centrotavola.

Le risposi che avrei cercato di vedere se avevo il materiale o, alla mal parta, avrei utilizzato qualcosa di simile.






Ed invece avevo ancora un pò del tessuto in lino a fiori con cui feci il centro, ed anche quello a piccoli pois con cui ho fatto il retro.











Le dimensioni che ho creato per la cliente sono leggermente maggiori, avendo un tavolo in legno massiccio dalle misure decisamente più grandi rispetto al tavolo della mia cucina







Ed ecco che ora, questo centrotavola diverso dai soliti, si trova in una taverna deliziosa, tutta arredata in arte povera, con vecchi tegami di rame posti sopra i mobili, antiche foto in bianco e nero appese come tanti altri oggetti che fanno sentire il calore della casa di un tempo.

♥ ♥ ♥ ♥ ♥

Buona settimana Santa a voi, e che lo sia veramente!

♥ zia Polly ♥





venerdì 7 aprile 2017

Risotto di asparagi e gamberetti


Gli asparagi sono un ortaggio prezioso: ricchi di fibre vegetali, acido folico, di vitamine come la A, C, E ed alcune del gruppo B. aiuta nella prevenzione del cancro ai polmoni, seno, laringe, colon e ossa. E' diuretico, antiossidante ed alleato per le diete e molto altro.

La mia ricetta vede quelli bianchi ma potete utilizzare quelli verdi.



Ingredienti per 4 persone:

500 gr. di asparagi
un cipollotto
250 gr. di gamberetti (vanno bene anche quelli surgelati)
1 spicchio d'aglio
4 pugni di riso
un pò di prezzemolo tritato
olio extravergine d'oliva
parmigiano reggiano grattugiato
sale q.b.



Procedimento:

Lavate e togliete i filamenti dai gambi degli asparagi. Metà di questi fateli cuocere tenendo le punte fuori dall'acqua e cuoceteli finchè non risulteranno morbidi. Levateli dall'acqua che terrete da parte. Vi servirà per cuocere il risotto.

Tagliate a pezzetti gli asparagi rimanenti ed il cipollotto e fate rosolare, a fuoco basso, con un pò di olio e.v.o. in un tegame inaderente.

Dopo circa 10 minuti aggiungete due mestoli dell'acqua dove avrete cucinato gli asparagi.




In un altro padellino fate rosolare uno spicchio d'aglio insieme ai gamberetti. Basteranno 5 minuti, non di più. Non salate! Spegnete e lasciate da parte.


Versate nel robot da cucina, o frullatore, gli asparagi a tocchetti con il cipollotto fino ad ottenere una crema. Rimettete nel tegame e unite il riso. Mescolate aggiungendo un mestolo di acqua sempre calda (quella dove avete cotto gli asparagi) ogni qualvolta vedrete che tende ad asciugare.




Quando mancheranno circa 2-3 minuti dal termine della cottura del risotto, unite i gamberetti ed una bella manciata di prezzemolo tritato. Mescolate e aggiustate di sale.

Spegnete il fuoco e mantecate con del parmigiano grattugiato.

Decorate ogni piatto con punte di asparagi.

♥ ♥ ♥ ♥ ♥

Le notizie che arrivano dal mondo sono inquietanti.

Orrore, disperazione e tanto dolore.

Perchè tanto odio, tanta malvagità negli animi di alcuni uomini? Non si rendono conto che dovranno rispondere delle loro azioni e non per un giorno ma per l'eternità e indietro non si torna?

Riflettiamo su questo e, ognuno come può, continui seminare amore perchè solo l'amore potrà salvare il mondo.



♥ zia Polly ♥



lunedì 3 aprile 2017

♥ Vecchi canovacci divenuti cuscini per il mio divano ♥




Vecchi canovacci di lino, di canapa, possono trasformarsi in tante cose bellissime per le nostre case.






Quando li vedo nei mercatini cerco sempre quello che mi aggrada di più, dalla riga colorata, alle cifre ricamate a punto croce. Hanno la loro storia, il loro passato, anche in alcuni minuscoli, impercettibili, rammendi che ho trovato in alcuni. Rammendi fatti da mani sapienti e che oggi difficilmente conosco chi li sappia fare.













E poi vogliamo parlare della loro consistenza? Robusti, tessuti a telaio, indistruttibili.








Con due di essi, gemelli, ho realizzato questi cuscini che ora sono sul mio divano del salotto 
che ho ricoperto con un tessuto in Toile de Jouy orginale, acquistata a San Giovanni Valdarno (Ar). 

Ho fatto l'apertura sulla parte anteriore perchè il ricamino con le cifre si trovava in alto a sinistra dei canovacci.


Piccole iniziali ricamate che chissà a chi appartenevano.....

Gli utilizzi di questi splendidi oggetti sono svariati, QUI potete vedere come ne ho utilizzato uno trasformandolo in corsia per una vecchia cassapanca.

Ma possono essere posizionati come centrotavola, copriforno, confezionare cuscini per sedie del terrazzo o giardino, runner, messi al centro sopra una tovaglia anonima per una cena od un pranzo donando quel tocco in più rendendo particolare la mise en place. 

Se vi capita di visitare qualche mercatino delle pulci, sbirciate negli stand che li espongono e guardateli con occhi diversi nel catalogarli come semplici canovacci.

Buona settimana e buon mese d'aprile!

♥ zia Polly ♥

venerdì 31 marzo 2017

♦ Focaccia con stracchino e salvia ♦


 Le focacce sono sempre buone. Tagliate a quadretti possono essere servite come antipasti, oppure possono sostituire una cena, o la classica pizza.

Questa focaccia è soffice, dal sapore delicato e profumato grazie alla salvia che si sente al palato ma non copre il gusto.

Ingredienti:

500 gr. di farina "O"
7 gr. di lievito di birra disidratato 
250 ml. di acqua tiepida
un bel mazzetto di salvia 
250 gr. di stracchino
olio extravergina d'oliva
sale e pepe q.b.



Procedimento:

Sciogliete il lievito di birra dentro una ciotola con l'acqua tiepida. Aggiungete un cucchiaino di sale fine e cominciate ad unire la farina. Mescolate con cura. Dovrete ottenere un impasto morbido, leggermente appiccicoso.

Coprite con della pellicola, o con un canovaccio bagnato e ben strizzato, e ponete in un luogo riparato dall'aria, lasciandolo lievitare per un'ora.



Sopra un foglio di carta da forno leggermente infarinato, stendete l'impasto con le mani. Con le dita pigiate sull'impasto e distribuitevi sopra dell'olio e.v.o.


Fate dei bocconcini di stracchino e adagiateli sull'impasto. Con le mani spezzettate le foglie di salvia, precedentemente ben lavate ed asciugate, e distruibuite anch'esse sopra.

Aggiustate con un pò di sale e pepe ed infornate a forno già caldo 200° per 15-20 minuti.

Se avete il forno elettrico cuocete a forno termo ventilato.

Servitela ancora calda, o tiepida, ma risulterà buonissima anche fredda il giorno dopo se avanza.

Anche questa ricetta può essere uno spunto per il pranzo di Pasqua, oppure per la prima uscita fuori porta per il giorno di Pasquetta, tempo permettendo ^_^.

♥ ♥ ♥ ♥ ♥

Il mio saluto rivolto a voi per questo w.e. è una massima che ho scritto, insieme ad altre, in un mio quadernino che apro e leggo di tanto in tanto per ritrovare energia e positività.

"La vita è un viaggio, non una destinazione"

E questo viaggio lo organizzate voi e se si trovano intoppi, beh si affrontano e si riprenderà il viaggio forti di un'altra vittoria sulle avversità della vita.

♥ zia Polly ♥


lunedì 27 marzo 2017

♥ Uova di Pasqua romanticamente shabby ♥


 Mancano davvero una manciata di giorni alla S. Pasqua. E' divenuta usanza, anche nel nostro Paese, fare l'albero di Pasqua. E pensando proprio all'albero, ho creato queste uova dai colori soft come lo sono i primi germogli che la natura ci regala con l'arrivo della Primavera. 







Piccoli boccioli di roselline, pizzo e ricciolini di spago...



















applicati su uova rivestite in maglina in una tonalità bianco-burro.











E queste mie creazioni andranno a decorare l'abitazione di una gentile signora dai gusti molto raffinati. Doveste vedere la casa....da rivista!

♥ ♥ ♥ ♥ ♥

Buona settimana donne, che la dolcezza vi accompagni ogni istante, lenendo eventuali momenti meno sereni che, a tutti, possono arrivare ma mai lasciarsi abbattere!

E la primavera, anche con i suoi capricci metereologici, ci aiuta a respirare profumo di nuova vita.

♥ zia Polly ♥

♥ ♥ ♥ ♥ ♥

Con questo post partecipo al Linky Party di "My little Inspiration".

My Little Inspirations  

venerdì 24 marzo 2017

♥ Antipastino sfizioso ♥



 Chi mi segue da sempre, sa che io ho spessissimo gente a casa. Amici di vecchia data, ragazzi che ho visto crescere, insomma, un bellissimo via vai che porta sempre e solo gioia! 

E per loro cerco sempre di preparare qualcosa di buono, appetitoso, sfizioso. Scorsa settimana aspettavo un carissimo amico per un aperitivo pre-cena, Omar è il suo nome, e mi sono inventata questi piccoli bocconcini.


 Ingredienti:
pan carrè
prosciutto crudo
scaglie di parmigiano 
un pò di maionese
pomodorini secchi sott'olio (prossima estate vi posto come li faccio)



Procedimento:

Tagliate a piccoli quadretti il pan carrè, spalmatevi sopra un filo di maionese. 

Adagiate sopra il prosciutto crudo della misura del quadretto.



Con l'aiuto del pelapatate, preparate delle scaglie di parmigiano e poggiatele sopra il prosciutto crudo.




                           



















Ed ora guarnite con i carciofini sott'olio ed i pomodorini secchi, sempre sott'olio.

Potete prepararli anche in anticipo, basterà coprirli con della pellicola e lasciarli in frigo fino al momento di servirle.

Al posto del prosciutto crudo potete usare della bresaola, dello speck, prosciutto cotto o manzo affumicato.

Anche questo antipasto, può essere un'idea per il pranzo di Pasqua, facile e veloce.

♥ ♥ ♥ ♥ ♥

Questo w.e. entrerà l'ora legale. Ricordiamoci di portare le lancette dell'orologio di un'ora in avanti.

Non è previsto tempo buono, fa niente, apprezzeremo il profumo della terra bagnata, un profumo che comunque odora di primavera.

Vivete intensamente ogni istante ragazze, perchè non tornerà più ed è importante "sentirlo" intensamente, meglio ancora se circondati da chi si ama.

E se non c'è nessuno.....ma amatevi voi a tutto tondo, perchè VALETE!!!!!

♥ zia Polly ♥

lunedì 20 marzo 2017

♥ Piccoli macarons very light ♥


Buon lunedì e buona settimana! Credo conosciate un pò tutte quei dolcetti francesi chiamati "macarons", simili per forma ai nostri baci di dama.



Era da un pò che volevo farne in versione non commestibile, per metterle dentro alle mie cloche di vetro insieme ad altri dolcetti in pannolenci che ho cucito. Ed eccoli qui, morbidi morbidi, nelle tonalità che mi ricordano la primavera, con quel ricciolino di finta crema che spunta nel mezzo.








Ho pensato di farli anche in versione segnaposto per la tavola di Pasqua, un'idea diversa dalle solite uova, nei colori che ricordano questa festa e che potranno poi essere un dono ricordo per gli ospiti che passeranno nella mia casa.






Domani sarà il primo giorno di primavera e anche la mia casa si sta preparando a dare il benvenuto a questa stagione. Lo state facendo anche voi?


Il parco, che ho la fortuna di avere proprio dietro casa, si sta vestendo delle prime foglie, dei primi fiori di Primavera e mi piace un sacco passeggiarvi ammirando il suo risveglio. Questo è uno scorcio ma ce ne sono altri davvero incantevoli.

 Buona primavera a voi, non perdete nemmeno un istante della bellezza che questa stagione regala ad ognuno di noi.

♥ zia Polly ♥


venerdì 17 marzo 2017

♥ Ricetta delle brioche "Veneziane" alla crema ♥


 La "Veneziana", una sorta di focaccina dolce, una brioche che piace a tutti di cui ci sono molte versioni.

La mia ricetta è semplice, non richiede la planetaria e nemmeno molto tempo per la sua preparazione, se non l'attesa per la lievitazione dell'impasto.

Partiamo? Via!!!



 Ingredienti per 8 "Veneziane":

250 gr. di farina "O"
25 gr. di zucchero
40 gr. di burro a temperatura ambiente
1 uovo intero
una bustina di lievito di birra da 7 gr.
90 ml. di latte tiepido
la scorza grattugiata di un limone non trattato, o Bio
granella di zucchero 
qualche cucchiaio di latte per spennellare



 Procedimento:

Sciogliete la bustina di lievito di birra dentro un bicchiere con il latte tiepido, mescolandolo bene con un cucchiaino.

In una ciotola versate la farina, il burro ammorbidito, la buccia grattugiata del limone e lo zucchero e mescolate bene il tutto.

Unite quindi il lievito sciolto nel latte e rimescolate. Otterrete un impasto morbido, formate una palla, coprite con della pellicola e mettetelo a lievitare, in un luogo riparato dall'aria, per un'oretta e mezzo circa.


Prendete la leccarda del forno e copritelo con carta da forno. Prendete l'impasto e formate 8 palline e poggiatele ben distanziate tra di loro.


Con l'aiuto di una forbice, praticate al centro di ognuna un taglio a croce. Mettete a riposare nuovamente per circa mezz'ora dentro il forno spento.

Nel frattempo preparate la crema pasticcera.






















Trascorso il tempo della lievitazione di queste palline spennellatene la superficie con un pò di latte e, con l'aiuto di un cucchiaio, posizionate la crema pasticcera proprio dove avrete fatto il taglio a croce.


Aggiungetevi sopra gli zuccherini. Infornate a forno già caldo a 180° per 15 minuti.


Sfornate e....degustatele in tutta la loro fragranza e bontà!

Ottime per la colazione, come anche per una sana merenda, o da offrire ad ospiti accompagnate da un caffè o the.

Coperte con un foglio di pellicola, o sotto una cloche di vetro, si conservano per 2-3 giorni.

Una volta freddate, possono essere congelate e scaldate quando vorrete mangiarle.


♥ ♥ ♥ ♥ ♥

Oramai ci siamo, fra pochi giorni entreremo ufficialmente in primavera.

Alberi che germogliano, le margheritine regalano macchie candide nei prati, la natura sta sbocciando in tutta la sua bellezza.

Vi saluto, augurandovi buon w.e., con questa massima che trovo splendida nella sua semplicità.

"La terra ride nei fiori. R.W. Emerson"

♥ zia Polly ♥





lunedì 13 marzo 2017

♥ Un vasetto un pò shabby, un pò chic con tante roselline ♥



Un'idea regalo per presentare degli ovetti di Pasqua in modo meno anonimo, inseriti dentro un vasetto che potrà poi essere riciclato per mille altri usi.







Sul coperchio, rivestito, ho posizionato dei boccioli di rosa fatti con una tecnica imparata qualche anno fa ad "Abilmente".














Tonalità lievi che vanno dal nocciola chiaro, al crema dei pizzi e rosa pesca per le roselline. 












Un pensiero che farà contenti sia grandi che piccini, per essere poi messo in un angolo di casa che sia una camera, il salotto, il bagno e per dare il benvenuto alla bella stagione oramai imminente. 


♥ ♥ ♥ ♥ ♥

Pare che per tutta la settimana saremo accompagnate da uno splendido sole.

Dai donne, prendiamo forza ed energia dai raggi di questo splendido pianeta e tramutiamola in creatività e voglia di gioire dei nostri giorni!

Buona settimana a tutte!

♥ zia Polly ♥